Energy Management Conference

COMAR Condensatori presenterà il Cloud Control System durante l’ENERGY MANAGEMENT CONFERENCE, in programma il prossimo 26 Ottobre a Milano, presso l’Hotel Michelangelo in Piazza Luigi di Savoia.

Il tema di quest’anno vede protagonisti tutti quei prodotti intelligenti interconnessi con tecnologia IoT che offrono nuove funzionalità in chiave energy.

Buone vacanze da COMAR!

Rifasamento? Iperammortamento!

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito che i sistemi di gestione dell’energia reattiva sono riconducibili tra gli investimenti ammessi all’iperammortamento, ferma restando la verifica del requisito dell’interconnessione.

Grazie al Cloud Control System, il futuro è già di casa in COMAR!

Hannover Messe, Aprile 23-27, 2018

 

Siamo lieti di ospitarvi presso il nostro stand alla Hannover Messe, Aprile 23-27, 2018

Saremo presenti nella Hall 12 Stand D03

Quest’anno presenteremo Cloud Control System un innovativo servizio IoT per la remotizzazione dei dati installato sui nostri impianti di rifasamento

In linea con i principi dell’ Industria 4.0 il sistema è in grado di monitorare ed elaborare i parametri critici della rete riducendo ulteriormente i costi di gestione.

Vi aspettiamo per mostrarvi il funzionamento.

 

(CLICK TO SEE THE WEBPAGE)

 

manufacturing innovation since 1968

 

 

 

 

Manuale d’uso dei regolatori serie HPR

È online la nuova revisione del manuale d’uso dei regolatori serie HPR.

Scarica il manuale.

Corrispettivi per prelievi di energia reattiva anno 2018

I valori per il calcolo delle penali conseguenti il prelievo di Energia Reattiva dalla rete, sono definiti di anno in anno dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente (ARERA ex AEEGSI) in funzione del costo di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica; con la delibera 882/2017/R/eel del 21 dicembre 2017 sono state definite le tariffe per l’anno 2018.

Nello specifico i corrispettivi per prelievi di energia reattiva degli utenti BT con potenza disponibile superiore a 16,5 kW sono stati aumentati di circa il 3,5% rispetti a quelli dell’anno 2017.

Per le utenze in bassa tensione (BT), è stato inoltre introdotto un corrispettivo anche per i consumi eccedenti il 75% in fascia F3 (precedentemente a zero).

Utenze in bassa tensione (BT) superiori ai 16.5 kW:

  • per energia reattiva compresa tra 33% e 75% della attiva (F1 e F2): 0,726 centesimi di euro/kvarh (0,704 nel 2017)
  • per energia reattiva oltre il 75% della attiva (F1, F2 e F3):  0,935 centesimi di euro/kvarh (0,905 nel 2017)

Utenze in media tensione (MT):

  • per energia reattiva compresa tra 33% e 75% della attiva (F1 e F2): 0,247 centesimi di euro/kvarh (0,248 nel 2017)
  • per energia reattiva oltre il 75% della attiva (F1 e F2):  0,318 centesimi di euro/kvarh (0,307 nel 2017)

Utenze in alta tensione (AT e AAT) oltre i 35kV:

  • per energia reattiva compresa tra 50% e 75% della attiva: 0,860 centesimi di euro/kvarh (0,860 nel 2017)
  • per energia reattiva oltre il 75% della attiva;  1,100 centesimi di euro/kvarh (1,100 nel 2017)

Rimangono invece invariati i vincoli obbligatori emanati con la Delibera AEEG 654/2015:

  • Il fattore di potenza «istantaneo» in corrispondenza del massimo carico nelle fasce orarie F1 e F2 deve essere almeno pari a 0,9. Tale valore è da intendersi come valore medio nel quarto d’ora di massimo carico.
  • Il fattore di potenza medio mensile deve essere almeno pari a 0,7.
  • Non è consentita l’immissione in rete di potenza reattiva.
  • Nelle fasce F1 e F2 sarà ammesso un assorbimento di energia reattiva non oltre il 33% dell’energia attiva, che corrisponde ad un cosfi pari a 0,95. L’energia reattiva in eccesso sarà fatta pagare in bolletta con penali calcolate sulla base di quanto riportato sopra e stabilito annualmente.

Tali disposizioni per tutti gli utenti allacciati in BT o MT e con potenza impegnata maggiore di 16,5kW sono da rispettare per non incorrere nella potenziale sospensione del servizio.

Per il testo completo della Delibera vai su www.autorita.energia.it

Efficienza energetica: Riduzione delle perdite per effetto Joule

La dissipazione termica degli impianti elettrici è legata alla corrente circolante.

L’aumento del Fattore di Potenza riduce considerevolmente le correnti elettriche circolanti nell’impianto di distribuzione con conseguente riduzione proporzionale delle perdite per potenza dissipata secondo la legge di Joule P ∝ I2 x R.

Per saperne di più consulta il seguente Documento.

Elec Expo

Anche quest’anno, dal 4 al 7 Ottobre, saremo presenti all’International Fair of Casablanca per partecipare all’Elec-Expo: vi mostreremo tutte le novità di casa Comar per il prossimo anno e risponderemo alle vostre domande.

Vi aspettiamo allo stand D-E/10.

Richiedi maggiori informazioni a export@comarcond.com

Dielettrici per condensatori di rifasamento in film di polipropilene metallizzato

L’utilizzo dell’Azoto come riempimento dei condensatori è stato particolarmente pubblicizzato nell’ultimo periodo da alcuni produttori, ma siamo sicuri che questa tecnologia sia la scelta ottimale?

Comar Condensatori SpA ha deciso di non investire su questa tecnologia per applicazioni quali il rifasamento, in quanto, sebbene più economica, non fornisce vantaggi tecnici sulle prestazioni.

Per saperne di più, consulta la nostra Informativa.

Rifasatori serie AAR: Omologazione per utilizzo con temperature di esercizio fino a 52°C

COMAR Condensatori SpA da sempre è attenta alle necessità del mercato e quindi aggiorna costantemente i propri prodotti in funzione delle esigenze della clientela.

Uno degli ultimi traguardi raggiunti con soddisfazione è stato l’ottenimento della certificazione per una gamma completa di Apparecchiature Automatiche di Rifasamento presso uno dei laboratori internazionali più accreditati, il DEKRA Certification B.V. situato ad Arnhem (The Netherlands).

Per saperne di più scarica la nostra Informativa.

Rifasamento di una trafileria di rame: un esempio applicativo

Il caso che desideriamo presentare riguarda la compensazione dell’energia reattiva di un grande stabilimento, fabbricante cavi elettrici.

L’istallazione elettrica è composta principalmente da n.2 trasformatori da 1250KVAr ciascuno, collegati permanentemente in parallelo, di un quadro di distribuzione nel quale sono distribuiti tutti i carichi (ognuno protetto da interruttore magnetotermico).

I tipi di carichi sono prevalentemente degli inverter che comandano motori di trafilatrici, di nuova e vecchia generazione, e altre macchine automatiche necessarie per la produzione di fili in rame e alluminio.

L’obiettivo è di compensare l’energia reattiva con un rifasatore globale da installare a livello del quadro di distribuzione, per garantire un cosφ minimo di 0,95 sul contattore energetico generale, installato su lato Alta Tensione.

Per saperne di più, scarica la nostra Case History.

Manutenzione quadri di rifasamento

La manutenzione preventiva di un apparato di rifasamento è essenziale per il mantenimento delle sue caratteristiche funzionali e della resa energetica.

La carenza o addirittura l’assenza di una adeguata manutenzione può provocare guasti all’apparecchiatura nonché danni a persone, animali o cose, nei confronti delle quali il costruttore non può essere considerato responsabile.

Si ricorda che le apparecchiature di rifasamento per la natura dei materiali di cui sono composti i condensatori sono da ritenersi a rischio d’incendio in caso di malfunzionamenti o guasti. Pertanto è essenziale seguire le linee guida indicate dalla norma CEI 78-17 e le direttive del costruttore definite nel manuale d’uso e installazione.

Per maggiori info, si consiglia di consultare il seguente Documento.

HPR: i nuovi regolatori del fattore di potenza

I nuovi regolatori HPR a 6 e 12 gradini saranno installati sulle apparecchiature automatiche di rifasamento a partire dal prossimo Luglio 2017.

Grazie allo sviluppo e alle prove di validazione effettuato dai nostri tecnici in collaborazione con primaria azienda del settore, i regolatori hanno una installazione e configurazione semplificata, nuove funzionalità e sistemi di sicurezza innovativi.

Per saperne di più consulta la Scheda Tecnica.

Serie RFIX: le nuove batterie fisse di rifasamento di Comar

Le apparecchiature fisse sono appositamente studiate per applicazioni caratterizzate da un fabbisogno di potenza reattiva costante quali ad esempio la compensazione delle perdite a vuoto dei trasformatori MT/BT e/o il rifasamento di utenze con consumi stabili.

La serie RFIX si contraddistingue per la compattezza della struttura di solo 170x400x250 mm, e la comodità del montaggio a parete.

Per saperne di più consulta la Scheda tecnica.

Per rendere più agevole la scelta di un’apparecchiatura di rifasamento dal catalogo Comar, proponiamo una guida completa, ma di rapida consultazione: qui vengono descritti i criteri da tenere presente in funzione delle informazioni raccolte dalla rete elettrica, in presenza di impianto fotovoltaico oppure di cogenerazione.

Scarica la Nota Applicativa.

 

 

 

Rifasamento industriale in presenza di impianto fotovoltaico

La diffusione d’impianti fotovoltaici pone sempre più frequentemente la problematica di integrare lo stesso con l’impianto di rifasamento già installato o da installare per evitare sgradite sorprese sui costi energetici o sui benefici ipotizzati.

Al di là delle penali applicate per l’energia reattiva, il rifasamento è essenziale per poter sfruttare completamente l’energia prodotta dai pannelli solari sia che sia usata in loco, sia che “veicolata” alla rete.

Una peculiarità dell’impianto fotovoltaico è quella di generare esclusivamente potenza attiva, diminuendone la richiesta dal fornitore di energia; la potenza reattiva invece rimane invariata perché è determinata dai carichi collegati all’impianto, conseguentemente diminuisce il fattore di potenza ed aumenta la necessità di rifasamento.

Per scoprirne di più, scarica la nostra Informativa sul Rifasamento Industriale.

 



Bando per efficienza energetica

Il prossimo 10 Aprile si aprirà il bando della Regione Emilia-Romagna per le PMI emiliano-romagnole

che potranno accedere alle risorse stanziate dalla Regione e cofinanziate dal Ministero dello Sviluppo economico a copertura del 50% dei costi sostenuti per migliorare o aumentare l’efficienza energetica

Le richieste vanno inoltrate esclusivamente on line al seguente link

http://imprese.regione.emilia-romagna.it/notizie-primo-piano/2017/efficienza-energetica-nuovo-bando-per-le-pmi

Australasian Oil & Gas exhibition

aog 2017

GO TO  EVENT  WEBSITE

Over-packaging

environmentally-friendly

Anche Comar contribuisce alla riduzione degli sprechi di risorse naturali.

Per questo motivo a partire da Luglio 2016 i nostri condensatori inizieranno ad essere confezionati in sacchetti termosaldati di polietilene riciclabile in sostituzione dell’attuale scatola di cartone.

Niente cambia sulla qualità del prodotto, ma dalle nostre stime eviteremo di sprecare più di 10 tonnellate all’anno di cartone !!

Contraffazioni

Siamo orgogliosi che cerchino di imitarci,

ma non basta copiare il logo per ottenere

quasi 50 anni di esperienza e sviluppo !

Richiedete prodotti originali

Electritec Casablanca 2015

 Electritec 2015

Electritec 2015 stand

Open day Comar

Comar organizza il 15 maggio 2014 un giorno di Open day per accogliere i propri distributori presso la nostra sede di Crespellano. La giornata si articolerà tra formazione in aula e alcune spiegazioni pratiche davanti ai più venduti impianti di rifasamento con particolare attenzione alle nuove apparecchiature di rifasamento di Media Tensione. Ci sarà anche un momento di Question time dove potrete chiedere tutto ciò che volete su condensatori, induttanze, distorsioni armoniche e carichi distorcenti.

Richiedi maggiori informazioni a  info@comarcond.com

Fiera Hannover Messe

Dal 7 al 14 aprile 2014 saremo ad Hannover Messe HALL 12 Stand D35. Vi aspettiamo per mostrarvi la novità Comar della Media Tensione. Apparecchiature all’avanguardia e Made in Italy di qualità per il rifasamento personalizzabile secondo le vostre esigenze.

Richiedi maggiori informazioni a export@comarcond.com

Alta tensione

L’ampia gamma di apparecchiature Comar si arricchisce di una novità nel campo del rifasamento: l’ Alta Tensione.

L’attenzione alle esigenze del cliente e il Made in Italy con cui Comar ha sempre costruito i suoi impianti, diventano caratteristiche fondamenti per lo sviluppo di apparecchiature ad altissimo contenuto tecnologico.

Diverse serie e potenze sono disponibili

 

Richiedi maggiori informazioni a info@comarcond.com

Novità nella normativa Italiana per il rifasamento elettrico industriale

L’Autorità per l’Energia Elettrica e per il Gas ed il Sistema Idrico (AEEGSI) ha pubblicato la delibera 180/2013/E/EEL che entrerà in vigore dal 1 Gennaio 2016 introducendo alcune novità:

  • Le penali verranno applicate in fascia F1 e F2 se il cos(φ) medio mensile sarà inferiore a 0,95 ovvero se l’energia reattiva impegnata sarà superiore al 33% dell’energia attiva prelevata (Fino ad oggi il limite è del 50%). Per il superamento del 75% (cosφ<0.8) è previsto un secondo scaglione più gravoso

 

  • Inoltre il gestore della rete potrà chiedere all’utente un adeguamento dell’impianto, pena la sospensione del servizio di erogazione, se anche uno solo dei seguenti vincoli non venga rispettato:
    • Il cos(φ) istantaneo nel momento di massimo carico (fasce orarie F1 e F2)  non inferiore a 0,9;
    • Il cos(φ) medio mensile non inferiore a 0,7;
    • Il cliente non immette in rete potenza reattiva

 

  • I coefficienti economici per definire l’entità delle penali saranno definiti anno per anno in funzione dei costi del mix energetico, sulla base dei calcoli del valore delle perdite Joule sulla rete.

(fonte Anie Energia)

Se non si dispone di analizzatori di rete, molti gestori nazionali offrono il servizio di monitoraggio della rete. Richiedilo per essere preparato